La prima volta che misi piede nell’azienda ero un po’ intimorito, si trattava della mia prima vera esperienza lavorativa, in poche parole stavo entrando nel “mondo dei grandi”. MagicStore mi diede subito l’idea di una realtà davvero importante, quindi ne fui affascinato ma anche intimorito. Fui assunto inizialmente come stagista per 6 mesi, perciò dovevo dimostrare subito il mio valore per conquistare la fiducia e la stima dei vertici. I primi tempi furono un po’ duri, più che altro perché mi sentivo piccolo dinanzi ad un’azienda che invece era già affermata e consolidata. In questa fase molto delicata ebbi come tutor il direttore Commerciale e Marketing, che mi ha seguito passo dopo passo nell’inserimento dell’azienda. Devo molto a lei perché, oltre a darmi consigli molto preziosi a livello lavorativo, come donna non trascura l’aspetto umano dei rapporti interpersonali. Dopo il periodo di “apprendistato” tutti i miei dubbi svanirono, fui assunto a tempo pieno e sentivo la fiducia dei vertici e dei colleghi. In generale posso dire che ho un ottimo rapporto con tutti i vertici aziendali, che per me sono dei punti di riferimento. La tranquillità e la serenità che trasmettono mi consentono anche di poter agire senza stress né pressioni, con la possibilità di esprimere al massimo le mie potenzialità. Ogni scelta è ponderata dopo un consulto con i colleghi e con i vertici, poiché siamo tutti importanti ed abbiamo voce in capitolo nelle decisioni determinanti relative all’azienda ed ai suoi progetti.

Anche con i miei colleghi ho un bellissimo rapporto, basato sin da subito sulla trasparenza e sulla sincerità. Ho legato soprattutto con i colleghi del mio reparto IT, nell’area dove lavoriamo c’è un clima molto creativo, disteso, dinamico e positivo che ci spinge a dare il meglio di noi. In generale però posso dire che ho un buon rapporto con tutti i colleghi dell’azienda. Si lavora in un clima di giovialità, dove non mancano i momenti divertenti e goliardici, senza però perdere la concentrazione e la serietà richiesta in determinate occasioni. In MagicStore mi sento protagonista, perché ho un ruolo di responsabilità che mi inorgoglisce ma mi spinge anche ad un impegno maggiore.

L’aspetto positivo del mio lavoro lo vedo ogni giorno, quando vedo i clienti utilizzare le funzioni che io ed il mio team di sviluppo abbiamo progettato e realizzato. E’ emozionante vedere come qualcosa che senti tuo, che sviluppi da zero, viene utilizzata dagli altri nelle loro attività quotidiane ed è importante notare quanto queste funzioni migliorino il loro business. E’ bello anche incrociare i clienti ed i loro e-commerce su strade diverse da quelle lavorative, perché riesco a toccare con mano la qualità del lavoro di tutto il team di sviluppatori.

Un’iniziativa molto carina di MagicStore è la festa “Mum and Daddy’s work is Magic”, in cui tutti noi colleghi ci ritroviamo insieme ai nostri figli. L’anno scorso ho partecipato con mia figlia Beatrice, anche se lei ha vissuto l’evento in maniera relativa poiché aveva solo 7 mesi. Ricordo però che era molto attratta dagli altri bambini e soprattutto dai palloncini colorati, quindi fu un’esperienza positiva anche per lei. È bello vivere questa festa ogni anno, perché vedo i figli dei miei colleghi crescere e diventare piccole donne o piccoli ometti. Questa situazione piacevole contribuisce ulteriormente al clima di grande familiarità che c’è in azienda, infatti siamo come una grande famiglia unita che cresce insieme giorno dopo giorno, attenta alla propria crescita e a quella dei propri clienti ed ai progetti che portiamo avanti per loro. Condividiamo gioie e difficoltà, sia personali che lavorative, e secondo me questo è uno degli aspetti peculiari che ha contribuito alla crescita ed al consolidamento di MagicStore.

Luigi