E se Amazon ti facesse tornare a guadagnare?

È notizia di qualche settimana la decisione di Amazon di assumere 100.000 persone da impiegare come addetti al magazzino e alle consegne.

Una decisione dettata dal fatto che, come ha dichiarato Jeff Bezos, CEO della multinazionale statunitense, “l’azienda si è trovata in difficoltà nel dover fronteggiare un aumento significativo della domanda, con richieste senza precedenti per il periodo”.

Questo vuol dire che, in un momento in cui tutte le aziende del retail, dalla più grande alla più piccola, stanno facendo i conti con la discesa economica provocata dal Coronavirus, Amazon continua a vendere e guadagnare come se nulla fosse.

Anzi, ancora di più.

Lo dice un recente studio condotto da MarketWatch che testimonia come, nei primi quattro mesi del 2020, Amazon abbia già fatturato un +23,6% rispetto allo scorso anno.

Un profitto incredibile, soprattutto se ricollegato al periodo storico, che andrà a ricadere dall’alto verso il basso direttamente nelle casse degli imprenditori che stanno utilizzando questo marketplace per far fronte alla chiusura dei negozi fisici e soffrire meno la crisi.

Ora, leggendo questi dati, la prima cosa che dovrebbe saltare agli occhi è che cominciare a vendere su Amazon può essere un buon modo per tornare a guadagnare già nel breve periodo.

E, soprattutto, per preparare il terreno alla ripresa dell’attività che dovrebbe avvenire in questi giorni, affiancando al tuo negozio fisico un secondo canale di vendita tra i più redditizi sul mercato.

Tuttavia, immagino che il tuo secondo pensiero sarebbe quello legato alle difficoltà che molti imprenditori come te incontrano sbarcando su questa piattaforma.

Non so se tu abbia o meno esperienza diretta con il marketplace, ma devo darti ragione sul fatto che vendere su Amazon non è una cosa semplice.

In particolare, sono tre le problematiche più importanti che deve affrontare un venditore che muove i primi passi sul sito del colosso americano.

Le stesse tre problematiche che, nella stragrande maggioranza dei casi, li portano ad abbandonare la piattaforma.

La prima è il CARICAMENTO DEI PRODOTTI.

Questa attività, di per sé, è già la più “odiata” dai negozianti, perchè porta ad un dispendio enorme di tempo e di energie.

Se poi bisogna ripeterla ogni volta che arriva un nuovo ordine, non solo per il negozio fisico ma anche per Amazon, vuol dire caricare centinaia di articoli sul gestionale e poi fare altrettanto sul Seller Central del marketplace.

Una situazione che nessun imprenditore come te può permettersi di vivere, perchè le uniche due vie d’uscita sarebbero

  1. fare nottata tutti i giorni per caricare i nuovi arrivi
  2. trascurare il punto vendita fisico per concentrati solo su Amazon

La seconda problematica è la CREAZIONE DELLE SCHEDE PRODOTTO

Su Amazon, come sulle altre piattaforme di vendita online, le schede prodotto sono uno degli elementi più importanti perché hanno il compito di spingere l’utente ad acquistare.

Tuttavia, queste devono essere scritte secondo delle regole ben precise che, se non seguite alla lettera, causano errori che rallentano la pubblicazione degli articoli e possono addirittura portare un venditore ad essere bannato dalla piattaforma.

Con il rischio di ritrovarsi così senza avere più a disposizione un importantissimo canale di vendita.

In più, su Amazon è molto complicato creare schede prodotto nuove ed originali;  per questo motivo la maggior parte dei vendor utilizza le mappature per copiare la descrizione di un prodotto simile al loro e pubblicarlo più facilmente sul marketplace.

Un’azione che, anche se gli permette di evitare errori, non gli da la possibilità di mettere in evidenza l’unicità dei loro prodotti, facendoli perdere nella marea degli altri articoli della stessa categoria.

La terza problematica è l’AGGIORNAMENTO DELLE VENDITE

La maggior parte dei titolari che sono su Amazon ed hanno anche un negozio fisico, hanno un unico magazzino che riunisce tutti gli articoli presenti su entrambi i canali.

Questo perchè, per aumentare le possibilità di vendere un prodotto, lo tengono sia in vetrina nel punto vendita fisico che pubblicato su Amazon.

Con il rischio però di ritrovarsi con un articolo di cui avevano una sola disponibilità venduto sia nello store che sul marketplace.

Questo succede perché gli ordini su Amazon non sono aggiornati in tempo reale e, quando un articolo non è più disponibile, dev’essere eliminato manualmente.

Cosa che nessun negoziante, soprattutto se non ha una persona addetta a gestire le vendite online, può fare da solo appena viene fatto l’ordine.

Così, è costretto a convivere con il pericolo, nel caso in cui la cosa si ripete più di 4 volte, di essere bannato per sempre dalla piattaforma di Amazon.

ENTRA NEL PROGRAMMA “SOSTEGNO DIGITALE” E COMINCIA SUBITO A VENDERE SU AMAZON

Queste sono le problematiche che affronta un venditore che muove i primi passi su Amazon e che, nella maggioranza dei casi, non trovando una soluzione, li portano ad abbandonare la piattaforma.

Sono le stesse problematiche che affrontarai anche tu nel momento in cui deciderai di cominciare a vendere su Amazon.

Solo che tu, a differenza loro, saprai come risolverle.

Perchè avrai al tuo fianco MagicStore, l’unica soluzione perfettamente integrata con Amazon e gli altri canali di vendita online che RISOLVE TUTTE E TRE LE PROBLEMATICHE.

Grazie a MagicStore infatti puoi:

  • pubblicare gli articoli caricati sul gestionale anche su Amazon con un semplice click, senza effettuare l’operazione più volte, risparmiando tantissimo tempo ed energie fisiche
  • avere le tue schede prodotto nuove, originali e senza ricorrere alle mappature, create secondo le regole di Amazon e generate in automatico dalla soluzione prendendo le informazioni necessarie dalle descrizioni degli articoli già inseriti nel gestionale
  • avere il ritorno dell’ordine da Amazon in soli 70 secondi, il minimo consentito dalla piattaforma. In questo modo hai le disponibilità di magazzino aggiornate praticamente in tempo reale e gli articoli venduti scaricati dall’inventario in automatico, senza più correre il rischio di essere bannato

Inoltre, grazie agli accordi di partnership stipulati con Amazon, ogni cliente MagicStore che comincia a vendere su questo marketplace verrà seguito fino a fine anno da un Account Manager dedicato che lo supporterà durante tutta la fase di startup.

In questo modo hai a disposizione tutto quello che ti serve per sfruttare a tuo vantaggio la potenza di Amazon e ricominciare subito a fare affari come e più di prima.

Ma c’è di più ed è l’aiuto che vogliamo darti, soprattutto in questo momento così particolare.

Infatti, attraverso il Programma “Sostegno Digitale alle Imprese del Retail” ti offriamo la possibilità di portare il tuo negozio su Amazon ed avere anche il tuo sito e-commerce personalizzato cominciando a pagare tutto tra 3 mesi!

Richiedi ora maggiori informazioni cliccando sul pulsante qui sotto

VOGLIO AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI SUL PROGRAMMA “SOSTEGNO DIGITALE” MAGICSTORE

Utilizza questo momento di stop per recuperare il terreno perduto nei confronti dei tuoi concorrenti che già vendono online e permettere alla tua azienda di cogliere le nuove opportunità di business offerte dal mercato retail.

Clicca sul pulsante in basso e sarai contattato da un nostro consulente che ti mostrerà nel dettaglio come funziona il Programma “Sostegno Digitale alle imprese del Retail”

Non perdere altro tempo: richiedi ora la TUA PROVA GRATUITA DI 30 GIORNI e ti spiegheremo nei minimi dettagli come funziona un Gestionale integrato all'E-commerce e gli incredibili vantaggi che puoi davvero ottenere con il tuo nuovo negozio online!


Nessuna Carta di Credito Richiesta